slide-news

Coppa: la FYA Riccione passa a Savignano e approda al terzo turno

Arbitro: Astorino (Sezione di Bologna) – Assistenti: Sciotti (Bologna) Sabba (Rimini).

Reti: 14’ Cannoni, 72’ Zuppardo

Successo in trasferta per i biancazzurri e passaggio del turno garantito grazie ad una prova ordinata e convincente sia in chiave offensiva che difensiva. Taccola nell’undici iniziale da spazio a chi ha totalizzato meno minutaggio e la Fya Riccione conduce con autorevolezza l’incontro.

Formazioni che nei primi minuti si studiano attentamente con il primo squillo al 10′: Sartori lavora un pallone al limite dell’area e apparecchia per Scarponi la cui conclusione è fuori di un soffio. Passano quattro minuti ed arriva il vantaggio riccionese. Rimessa laterale lunga di Carnesecchi, la difesa gialloblù respinge, sulla palla arriva Cannoni che con una bordata di drop, nei pressi del dischetto di rigore, gonfia la rete con Rossi incolpevole. La Savignanese timidamente prova ad alzare il baricentro della manovra ed al 23’ confeziona il primo pericolo con Turci che da corner tocca per Andreoli, cross per la testa di Benincasa su cui si oppone con un intervento prodigioso Sodani. Al 36’ l’ultimo sussulto della prima frazione arriva sugli sviluppi di una punizione battuta da Sartori, palla che finisce sulla barriera e respinta raccolta da Carnesecchi la cui conclusione sfiora l’incrocio.

Il secondo tempo vede sempre i riccionesi gestire il possesso palla e la prima emozione arriva al 48’ con un tap in ravvicinato di Valeriani che finisce tra le braccia di Rossi. Al 53’ è Ceccarelli a provarci con un bolide di sinistro dopo una bella cavalcata. Gli ospiti si rendono pericolosi solo al 59’ con una staffilata dai 30 metri di Zammarchi che colpisce la traversa. I ragazzi di Taccola continuano a macinare gioco innescando gli esterni fino arrivare al raddoppio: al 72’ Sartori porta palla ed è bravo ad allargare per Borghini che salta un uomo per poi guadagnare il fondo e pescare sul secondo palo Zuppardo che di testa insacca mettendo in ghiaccio la qualificazione. In chiusura all’87’ è Scotti a rendersi pericoloso ma viene fermato mentre sul gong Sartori al 92’ ci prova con una conclusione da fuori area.

CHIUDI
CHIUDI